Che ci fai con un libro…tanto non lo leggi!

http://www.libreriamiranfu.it/wp-content/uploads/2015/02/w8.jpghttp://www.libreriamiranfu.it/wp-content/uploads/2015/02/w8.jpghttp://www.libreriamiranfu.it/wp-content/uploads/2015/02/w8.jpghttp://www.libreriamiranfu.it/wp-content/uploads/2015/02/w8.jpghttp://www.libreriamiranfu.it/wp-content/uploads/2015/02/w8.jpghttp://www.libreriamiranfu.it/wp-content/uploads/2015/02/w8.jpghttp://www.libreriamiranfu.it/wp-content/uploads/2015/02/w8.jpgChe ci fai con un libro…tanto non lo leggi!
Che ci fai con un libro…tanto non lo leggi!
Tante volte abbiamo sentito dire questa frase da genitori e nonni ,pronunciata con un pizzico di amarezza, scuotendo la testa e lanciando un’occhiata sconfortata al piccolo non-lettore che invece un libro l’avrebbe voluto.
Ebbene la colpa non è certo da imputare ai piccoli è dovere degli adulti cercare di avvicinarli ai libri e alla lettura, perchè solo in pochissimi e rari casi questo incontro avviene in maniera naturale e fortunata.
Ci sentiamo di dare alcuni piccoli suggerimenti a chi è alle prese con un non-lettore, sia esso grande o piccino, basandoci sulle nostre esperienze di librai e di genitori (senza la pretesa di passare per esperti o dottori in materia) e seguendo qualche consiglio di Rodari e Pennac.
1-Importante è scegliere il libro giusto, andando incontro alle esigenze del lettore, rispettando i suoi gusti e i suoi limiti. Magari è meglio scegliere un libro più semplice e breve dando al piccolo non-lettore la soddisfazione di finirlo e dire ” L’ho letto tutto! Ne voglio un altro” , piuttosto che proporgliene uno complesso e voluminoso.
2-Leggere ad alta voce.
Anche se il vostro piccolo lettore ha imparato a leggere, continuate ad accompagnarlo nella fantastica avventura della lettura attraverso la vostra voce. Gli dimostrerete che leggere è un’avventura che si può vivere ad occhi aperti e non solo un faticoso esercizio.
3- Scegliete libri di autori contemporanei e moderni i cui testi siano magari accompagnati da piccole illustrazioni. Non abbiate troppa fretta di proporre dei classici per le letture a meno che questi non siano stati riscritti e rivisitati in un linguaggio più attuale. Alcuni classici parlano ai cuori di noi adulti, ma non ai ragazzini di oggi (ovviamente non tutti, alcuni sono ancora attualissimi)
4- Non proponete mai la lettura di un libro come alternativa alla tv, al telefonino o al Tablet.
Secondo noi ognuna delle suddette attività ha una funzione ed una sua utilità, l’importante è far vivere l’esperienza della lettura in modo positivo, anche attraverso attività di ascolto, spunti creativi o attività teatrali.
5-Offrire un’ampia varietà di generi di libro scienze, arte, fumetto, narrativa. albi illustrati, racconti, miti…
6-Riservare sempre al libro un ruolo e una funzione importante ovvero lo scrigno che ci svela emozioni, avventure e saperi sempre nuovi
Buon viaggio nel mondo dei libri da Elisa ed Enzo-Libreria Miranfù
11009097_874546789269945_5087185295029902806_n 10515262_874546695936621_4135273444168867917_o 10173722_874546759269948_9057822794193904813_n 1522166_874561445935146_1171075135067927994_n 20150220_122313
— Libreria Miranfù