“Impaginiamo la fantasia” corso per adulti e insegnanti

Corso per insegnanti di scuola dell’infanzia , primaria e secondaria di 1° nello spazio atelier di Libreria Miranfù.

IMPAGINARE LA FANTASIA
Quando si parla di libri illustrati si pensa subito ad una particolare unione tra immagini e parole.

Progettare allora un libro, anzi un “bel libro” diventa modo di esporre, di comunicare, di inventare un soggetto, di scegliere il testo,

le illustrazioni, la grafica, i materiali, le forme e i formati. L’aspetto estetico dunque non è solo involucro

ma sostanza che qualitativamente accresce forza evocativa e simbolica.

Solo così il libro diventa strumento irrinunciabile per entrare in contatto con la fantasia.

Programma del corso
sabato 2 febbraio 16.00 – 20.00
16.00 – 16.30 Breve introduzione Questi strani oggetti: i libri!
Dai libri di Munari a Kveta Pakovska, dai libri dadaisti agli imbullonati futuristi come oggetto libro e d’arte.

16.30 – 20.00 Attività laboratoriale
UNO STRAPPO ALLA REGOLA
Fogli strappati in mille pezzetti che aspettano di far parte di qualcosa. Frammenti con infinite possibilità di trasformazione che non aspettano altro che svelare insospettabili identità.
SCIARADA TRA IMMAGINI E PAROLE
La sciarada è uno schema di enigmistica, che richiede di saldare due parole per ottenerne una terza. È un gioco combinatorio riconosciuto più dall’occhio che dall’orecchio.

domenica 3 febbraio 9.00 – 20.00 con pausa pranzo
FILO ROSSO
Orizzontale, verticale, obliquo… nello spazio che viviamo tutto prende un suo senso e una direzione. Anche un filo che si srotola può diventare un pretesto e la sua posizione di volta in volta diventa il riferimento per una nuova storia.
TRASPARENZE TRA PIÙ E MENO
La costruzione di questo libro gioco non si servirà di numeri ma del “vedere attraverso”. Su fogli trasparenti si disegneranno immagini che aggiunte o sottratte, sostituite o alternate comporranno di volta in volta nuove sequenze e altrettanti trame narrative.
CAVIARDAGE
La pratica del “caviardage”, cioè della censura, era in uso in Russia durante il periodo zarista. Le parti indesiderate degli articoli non in linea con le idee ufficiali venivano cancellate con la china nera. Il “non detto” diverrà nell’arte contemporanea segno di pro- vocazione, perché come dice l’artista Emilio Isgrò si “vorrà sempre sapere cosa c’è sotto”.
PUNTI DI VISTA TRA PIEGHE DI CARTA
Di ogni cosa esistono sempre più versioni! Anche solo cambiando prospettiva possiamo scoprire nuovi punti di vista. Da un unico foglio piegato a fisarmonica realizzeremo un insolito libro dove immagini diverse s’incastrano. Come giocando a nascondino, tra le pieghe di carta prenderanno vita piccole storie.

Esperta
PAOLA CIARCIÀ editrice di Artebambini, storica dell’arte, direttrice editoriale di RivistaDADA, curatrice collana Arte per Crescere UTET-Grandi Opere, formatrice e scrittrice.
.
INFORMAZIONI
Il corso è su iscrizione e a numero chiuso. L’iscrizione ai laboratori avverrà in ordine di arrivo. Sarà rilasciato attestato di partecipazione MIUR.

SPAZIO LIBRERIA
Nella libreria sarà allestito uno spazio libreria in cui poter acquistare, con sconti riservati ai partecipanti, le pubblicazioni di Edizioni Artebambini (RivistaDADA, albi illustrati e Kamishibai).
NOTE: munirsi di astuccio con matita, gomma, forbici, colla stick, tratto-pen nero.

— Libreria Miranfù